APPELLO

del mondo della cultura per la scuola, l’universitÓ e la ricerca contro le "riforme" Moratti

Nel complesso contesto storico e culturale attuale, servono persone pi¨ che mai in grado di orientarsi e scegliere, di essere consapevoli e in grado di attuare una cittadinanza attiva. C’Ŕ bisogno di pi¨ cultura per tutti.

Questo comporta la necessitÓ di dar vita a percorsi di istruzione, formazione e ricerca di qualitÓ.

Le proposte normative del ministro Moratti, nei confronti della scuola, dell’universitÓ, delle accademie e delle istituzioni pubbliche di ricerca, vanno nella direzione opposta e svuotano il sistema pubblico di educazione e formazione del nostro Paese.

Temiamo che l’esito finale sia un Paese pi¨ ignorante e pi¨ diviso. Siamo convinti che le riforme Moratti si debbano fermare.

Per questi motivi, al di lÓ di ogni eventuale differenza nelle nostre opinioni politiche, aderiamo alla manifestazione unitaria del 15 maggio, indetta. dal Coordinamento nazionale in difesa del Tempo Pieno e Prolungato, dai Coordinamenti e Comitati cittadini di genitori, lavoratrici e lavoratori della scuola e dell’universitÓ di tante cittÓ, a cui hanno giÓ aderito tante forze sociali, sindacali, professionali e politiche.

 "Penso che tutti gli intellettuali democratici dovrebbero mobilitarsi con i lavoratori della scuola con gli studenti con le famiglie per recuperare radicalmente la sua funzione civile e la sua laicitÓ. Le scuole di vario grado, erano giÓ state insidiate nei loro fondamenti dall’avvio di riforme sperimentate dai governi di centrosinistra. Adesso per˛ sono gettate in una situazione di vero rischio a favore di interessi molto particolari come dimostra l╣insieme di concessioni di cui Ŕ stata gratificata la scuola privata e i gravi compromessi compiuti con ideologie di chiaro integralismo. E’ necessario impegnarsi contro l╣aziendalismo scolastico - propagandato sotto ingannevoli forme di autonomismo - contro il ristabilirsi di discriminazioni classiste e contro le prospettive di concorrenzialitÓ sul mercato dell’insegnamento che determinano un elitarismo sempre pi¨ esclusivo."

Edoardo Sanguineti

 

 

Edoardo Sanguineti (scrittore); Umberto Guidoni (astronauta – Agenzia spaziale europea); Lidia Ravera (scrittrice); Luciana Castellina (giornalista); Marcello Cini (UniversitÓ di Roma); Mario Torelli (archeologo – UniversitÓ di Perugia), Toni Servillo; Nicola Tranfaglia (UniversitÓ di Torino); Anna Bonaiuto; Comapgnia Teatrale "Sabato, domenica e lunedý"; Maurizio Sciarra, (Regista); Tullio De Mauro (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Gillo Pontecorvo (Regista); Benedetto Vertecchi (UniversitÓ di Roma); Citto Maselli (Regista); Giorgio Arlorio (Sceneggiatore); Giuliana Berlinguer (Regista); Silvana Ferreri (UniversitÓ di Viterbo); Ugo Gregoretti (Regista); Fabio Grossi (Attore); Leo Gullotta (Attore); Franco rabboni (UniversitÓ di Bologna); Carlo Lizzani (Regista); Emma Nardi (UniversitÓ di Roma); Salvatore Maira (Regista); Elisabetta Mondello (UniversitÓ di Roma); Mario Monicelli (Regista); Nino Russo (Regista); Massimo Sani (Regista); Ettore Scola (Regista); Sergio Spina (Regista); Daniele Vicari (Regista); Bruno Torri (Presidente del Sindacato nazionale critici cinematografici); Paola Manduca (UniversitÓ di Genova); Nicoletta Lanciano (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Marco Balsi (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Paolo Bottoni (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Gilda Sensales (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Francesca Comencini (Regista); Ugo Andreaus (universitÓ La Sapienza, Roma); Stefano Boero (universitÓ di Genova ); Franco Marengo (universitÓ di Torino); Marco Carricato (universitÓ di Bologna); Gaetano Bucci (UniversitÓ di Lecce ); Domenico Iervolino (UniversitÓ di Napoli); Alessandro Ciattini (UniversitÓ La Sapienza, Roma ); Giorgio Parisi (UniversitÓ La Sapienza, Rona); Maria Fenelli (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Paolo Amati (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Manfredi Porfilio (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Antonio Stramaglia (UniversitÓ di Cassino); Franca Pelliccia (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Giulio Peruzzi (UniversitÓ di Padova); Andrea Maffei (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Gianni Orlandi (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Valentina Valentini (UniversitÓ della Calabria); Sergio Morra (UniversitÓ di Genova); Marco Maggioli (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Michele Stanco (UniversitÓ Federico II, Napoli); Gianni Ferrara ( UniversitÓ La Sapienza, Roma); Raul Moredenti (UniversitÓ Tor Vergata, Roma); Pietro D’Oriano (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Pina Rosa Piras (UniversitÓ Roma 3); Salvatore Vaccaro (UniversitÓ di Salerno); David Terracina (UniversitÓ Tor Vergata, Roma); Vincenzo Tucci (UniversitÓ di Salerno); Marco Rizzoni (UniversitÓ di Tor Vergata, Roma); Antonella Caporosso (UniversitÓ di Tor Vergata, Roma); Daniele Ippolito (universitÓ di Pisa); Clara Gallini (universitÓ La Sapienza, Roma); Marco Tomassini (Ministero della Difesa); Francesco Lenci (CNR Pisa); Silvia Caianiello (CNR Napoli); Giovanna Grimaldi (CNR Napoli); Gianna Cioni (CNR Roma); Ruggero Vaia (CNR Firenze); Jacopo Manna (UniversitÓ di Perugia); Ezio Mancini (Politecnico di Milano); Dario Manuetti (Ass. La cittÓ possibile); Massimo Veltri (UniversitÓ della Calabria); Luigi Boitani (UniversitÓ di Roma); Paolo Crosignani (Primario Istituto per la cura dei tumori); Michele Conforti (segretario generale Associazione Registi della Fiction Televisiva); Valerio Gennaro (Medici per l’Ambiente – ISDE Genova); Dr. Alberto Ariani (CNR-IFSI); Edoardo Magnone ( UniversitÓ di Genova); Roberto Fieschi (UniversitÓ di Parma); Chiara Porcaro (ricercatore Istituto di Metodologie Chimiche); Giorgio Inglese (UniversitÓ La Sapienza, Roma); Filippo Notarnicola (ricercatore Istituto Applicazioni del Calcolo CNR  Bari); Vito Francesco Polcaro (Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica - CNR Basilicata); Alberto Burgio (Univ. Bologna), Michele Nani (ricercatore, Padova), Riccardo Bonavita (ricercatore, Bologna), Rossella Ropa (Univ. Bologna); Gianni Vannini (UniversitÓ Bologna); Giuseppe Gentile (UniversitÓ Federico II, Napoli); Sonia Gentili (UniversitÓ La Sapienza Roma), Brunello Mantelli (UniversitÓ Torino); Stefano Donati (Comitato Scientifico Legambiente); Mauro Cristaldi (UniversitÓ La Sapienza Roma); Emilio Martines (ricercatore CNR/IGI Padova); Salvatore De Martino (Universita' di Salerno); Fabrizio Ricci (Istituto di Ricerca sulla Popolazione e le Politiche Sociali, CNR, Roma); Emanuela Petrolati (dialogista); Alberto Salvan (Istituto di Analisi dei Sistemi ed Informatica "A. Ruberti"); Carlotta Brandi (Ricercatrice, Irpps-Cnr Roma); Marina Martano (UniversitÓ Torino); Alessandra Filabozzi (UniversitÓ berbenni e Tor Vergata Roma); Pino Cacucci (scrittore); Roberta Berbenni; Andrea Pandolci; Maurizio Bacci ( IRIS sas – strategie per l’ambiente); Gianni Mattioli (UniversitÓ La Sapienza Roma); Paolo degli Espinosa;

 

Aderisco alla manifestazione convinto come sono della necessitÓ di lottare con tutti i mezzi democratici esistenti contro una legge che distrugge la scuola e segna un passo indietro assai grande sulla strada dell'istruzione nel nostro paese.

Nicola Tranfaglia

 

Aderisco all'appello. Oggi viviamo in un regime di arroganza, ignoranza che ci riporta indietro di un secolo. Dobbiamo ribellarci a questo stato di cose, E' un fascismo subdolo, pi¨ pericoloso del fascismo perchÚ mentre i manganelli e l'olio di ricino facevano male, la televisione addormenta le coscienze. Non c'e' mai stato dal dopoguerra a oggi governo meno rispettoso della libertÓ e della Costituzione di questo che si fregia del nome Casa delle libertÓ
Margherita Hack